Impasti e Sensi. Due piatti per un popolo. Cisternino per Amatrice

da | 15 dicembre 2016 | Agricoltura, Cisternino, Enogastronomia, Manifestazioni | 0 commenti

Istituto Educativo Maria Immacolata Suore Passioniste

Impasti e Sensi. Due piatti per un popolo. Cisternino per Amatrice

L’Associazione Culturale Urbieterre si prepara ad offrire alle città di Cisternino e di Amatrice un evento unico nel suo genere. Martedì 20 Dicembre 2016, a pochi giorni dalla festa del Santo Natale, si terrà la seconda edizione di “Impasti e sensi”, che quest’anno vedrà la cittadina della Valle d’Itria gemellata con la cittadina laziale di Amatrice, tra le più colpite dal terremoto che lo scorso 24 agosto interessò il Centro Italia.

“Due piatti per un popolo” è il tema di questa seconda edizione della manifestazione organizzata da Urbieterre, in collaborazione con la CIA – Agricoltori Italiani nazionale e regionale di Puglia e Lazio, la CGIL di Brindisi, e con il patrocinio dei Comuni di Cisternino e Amatrice. L’evento, che si svolgerà contemporaneamente a Cisternino e ad Amatrice, sarà l’occasione per promuovere i piatti tipici di queste città: le orecchiette da una parte e la gricia e l’amatriciana dall’altra.

Una lunga tradizione tramandata per generazioni e ingredienti genuini sono gli elementi che accomunato le due pietanze, i due popoli.

Come è scritto nella Bibbia, la vita dell’uomo nacque da un impasto. E dunque abbia l’impasto che è alla base di queste pietanze il valore di una rinascita per Amatrice.

La scelta di due piatti a base di paste non è casuale. La pasta è il piatto che meglio caratterizza il nostro Paese, tanto da diventare il simbolo dello stare insieme, della condivisione. Ed è questo il sentimento con il quale vogliamo vivere questa giornata, come una sorta di rituale collettivo per celebrare la vita che resiste alle sciagure, come quella del terremoto che ha colpito Amatrice.

Protagonisti dell’evento, alcuni cuochi di Cisternino saranno ad Amatrice per cucinare le orecchiette, mentre alcuni cuochi di Amatrice saranno a Cisternino per cucinare le gricie e l’amatriciana. Gli chef saranno affiancati, per l’occasione, dagli studenti degli Istituti alberghieri di Fasano e Amatrice (che ora ha temporaneamente sede a Rieti). La degustazione sarà gratuita per gli abitanti di Amatrice, mentre prevedrà il pagamento di un ticket a Cisternino, comprensivo di degustazione e biglietto per partecipare ad una estrazione che permetterà ai più fortunati di ricevere dei cestini di prodotti alimentari. L’intero ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di piatti per le attività di ristorazione di Amatrice.

Come ormai consueto, Urbieterreaccosta all’attrazione gastronomica, momenti culturali. Sono previsti, infatti, momenti di approfondimento e intrattenimento.

Impasti e Sensi. Due piatti per un popolo. Cisternino per Amatrice

PROGRAMMA AMATRICE

Tenda Protezione Civile

Ore 17:00 – Presentazione del libro “Amatrice. Dolce amara terra mia” di Emma Moriconi

Dalle ore 18:00 – Degustazione orecchiette a cura dei ristoratori di Cisternino in collaborazione con i ristoratori e con l’Istituto Alberghiero di Amatrice e intrattenimento

PROGRAMMA CISTERNINO

Ore 17:00 – Istituto Educativo Maria Immacolata Suore Passioniste – Via Roma n. 19

Tavola rotonda “La pasta che unisce, da Amatrice a Cisternino, due cuori un popolo”

Partecipano:

Luca COVERTINI, Sindaco di Cisternino

Giuseppe LOSAVIO, Presidente Associazione Urbieterre

Giannicola D’AMICO, VicePresidente  C.I.A. – Agricoltori Italiani Puglia

Michela ALMIENTO, Segretario Generale C.G.I.L. Brindisi

Intervengono:

Mons. Giuseppe FAVALE, Vescovo della Diocesi di Conversano – Monopoli

Ruggiero MENNEA, Presidente Comitato Permanente Protezione Civile Regione Puglia

Michele POLGNIERI, Presidente Slow Food Condotta delle Murge

Sandro ROMANO, Giornalista enogastronomo

Alessandro PIVA, Regista

Modera:

Cristiana PAPAZISSIS, Esperta in internazionalizzazione d’impresa

Dalle ore 18:00 – Centro storico

Degustazione amatriciana e gricia a cura dei ristoratori di Amatrice in collaborazione con i ristoratori di Cisternino e con l’Istituto Alberghiero di Fasano e intrattenimento