Lecce. Disabilità e Creatività un binomio possibile

da | 1 dicembre 2016 | Lecce, Manifestazioni, Sociale | 0 commenti

Castello Carlo V

Il 3 dicembre ricorre la “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità”, istituita nel 1981 al fine di promuovere una maggiore conoscenza sui temi della disabilità,sostenere la piena inclusione delle persone disabili in ogni ambito della vita e allontanare ogni forma di discriminazione e violenza.

In occasione di questa importante giornata, Irene De Santis (disability manager), Sandra Sisto (docente Lis) e Davide Don Giovanni (Unione Italiana Ciechi), in collaborazione con il Comune di Lecce (Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Spettacoli ed Eventi), l’Istituto Antonacci, l’Ens di Lecce, l’Associazione Accordiabili, il Centro Tiflotecnico di Lecce, l’Associazione Ascus, Fabio Fabrizio e  Sandro Longo, promuovono il Convegno “A modo mio”.

L’appuntamento è fissato per sabato 3 dicembre, a partire dalle ore 9.30, al Castello Carlo V di Lecce.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare la collettività al principio dell’uguaglianza dei diritti. Durante l’incontro, inoltre, verrà affrontato il tema dell’uso e della fruizione del patrimonio culturale, così come sancito dall’articolo 30 della Convenzione dell’Onu sull’accesso alla cultura, quale diritto fondamentale delle persone con disabilità.

E’ una iniziativa di grande rilevanza perché cambia l’approccio a queste tematiche grazie al legame tra disabilità e creatività. Viene proposto, infatti, un percorso culturale nuovo che spazia tra diversi saperi. L’obiettivo è quello di dare una scossa alle coscienze, a quanti non percepiscono l’inaccessibilità fisica e, soprattutto, intellettuale e sensoriale. Come Amministrazione abbiamo riconosciuto solo un piccolo contributo rispetto all’impegno profuso dagli organizzatori e alla valenza stessa di questo evento.

Luigi Coclite

Assessore al Turismo e Marketing territoriale, Spettacoli ed Eventi, Comune di Lecce

Questa manifestazione avvicina al problema della disabilità in modo alternativo, senza far riferimento necessariamnte a deficit, difficoltà e sofferenze dei diversamente abili ma con l’intenzione di mostrare le grandi potenzialità che abbiamo e che finora non siamo riusciti a far conoscere appieno.

Tony Donno

Rappresentante, Istituto Antonacci

Purtroppo siamo rimasti spesso nel nostro guscio: abbiamo chiesto molto e dimostrato poco. E necessario un cambio di mentalità perché noi sappiamo fare tutto ma con ‘codici’ diversi.

Vincenzo Deluci

Presidente, Associazione Accordiabili

Ringrazio l’assessore Coclite che sin da subito si è dimostrato disponibile a questa manifestazione. Inoltre ringrazio chi ha organizzato insieme a me il convegno e quindi Davide Dongiovanni, molto attento a certe tematiche, e Sandra Sisto. In occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità.si terrà un convegno che abbiamo deciso di chiamare A modo mio proprio per dimostrare che la persona disabile ha si dei limiti ma se messa nelle giuste condizioni può svolgere una vita normale e quindi praticare sport, frequentare l’Università, e via discorrendo. Basterebbero piccoli accorgimenti per ragigungere questi traguardi. Ringrazio inoltre l’associazione “Hakuna Matata clown ” che svolge attività di tipo volontario nell’ospedale pediatrico Medea di Brindisi e sara presente con alcuni clown proprio per dimostrare che disabilità non è solo sofferenza.

Irene De Santis

Disability manager

Durante il convegno – nel quale è previsto il servizio di interpretariato Lis – saranno inoltre esposte alcune opere di Francesco Canale (Anima Blu).

A marzo si terrà una mostra a Palazzo Vernazza e l’obiettivo è quello di far immedesimare i normodotati con il mondo dei disabili attraverso opere artistiche, come video, fotografie e installazioni per sensibilizzarli su queste interessanti tematiche.

Alice Caracciolo

Vicepresidente, Associazione Loft