Campi Salentina

città del libro

Ritorna a Campi Salentina, dal 25 al 27 novembre 2016, la ventunesima edizione di Città del Libro, rassegna nazionale degli autori e degli editori del Mediterraneo. Un evento che ha fatto la storia dello sviluppo della cultura nel Salento, e non solo, e che propone un calendario ricco di attività, dopo un anno di stop.  Si riparte dal cuore della città e da un prezioso lavoro di squadra che vede protagonisti il Direttivo della Fondazione Città del Libro, l’Amministrazione Comunale di Campi Salentina e i Volontari della Cultura, con il sostegno della Regione Puglia e del GAL Terra d’Arneo, dell’Unine dei Comuni e la collaborazione volontaria delle associazioni ProLoco dei Comuni vicini e di tanti sponsor privati.

La Città del Libro prende il via domani, venerdì 25 novembre, alle ore 9.30 con la partenza della marcia Cento passi de legalità dalla scuola Mamma Bella ed il coinvolgimento dei ragazzi a cui sono dedicate gran parte delle iniziative in programma; alle 11.00 è previsto l’arrivi in Piazza Libertà con la manifestazione ufficiale di apertura e l’avvio della prima giornata di presentazioni e laboratori.  Alle ore 16.00 l’inaugurazione alla presenza delle autorità presso la Sala Consiliare del Comune di Campi Salentina. Prenderanno parte all’incontro l’Assessore regionale Loredana Capone, il Presidente della Fondazione Città del Libro, Cosimo DuranteEgidio Zacheo, Sindaco di Campi Salentina, Monsignor Liberio Andreatta dell’Opera Romana Pellegrinaggi e Armando Subashi, Sindaco di Fier (Albania).

Tre giornate intense e ricche di appuntamenti per un pubblico di ogni età, tenute assieme dal tema conduttore “Mediterraneo, l’audacia dell’incontro”, a perseguire l’obiettivo di individuare e trasmettere l’importanza di una visione comune dei problemi del Mediterraneo, attraverso i libri e la lettura. Il ponte ideale che, attraverso la cultura, conduce al dialogo tra i popoli.

Il tema si declina in tre sezioni, collegate e complementari, “Le Primavere che non fioriscono”, “La Periferia d’Europa”, “Un Mare di Risorse”, attraverso le quali si intende sviluppare un quadro interdisciplinare su ciò che è in realtà il Mediterraneo. Coinvolti anche i giovanissimi con La Città del Libro dei Ragazzi che promuove la lettura come antidoto al malessere giovanile e lo status di lettore come condizione indispensabile per una nuova consapevolezza di sé.

Siamo emozionati a far ripartire Città del Libro. Per la ventunesima edizione abbiamo scelto il centro della città, il supporto dei volontari, delle associazioni locali e un tema che tende alla massima apertura verso territorio. Abbiamo atteso Città del Libro con una serie di appuntamenti scegliendo Porto Cesareo in estate e poi Lecce in autunno, una chiara scelta con cui Campi consegna al Salento un patrimonio prezioso, costruito in ventuno anni con la speranza che possa crearsi quella giusta sinergia per lo sviluppo della Cultura e del Territorio anche in vista di altri appuntamenti quale la nomina di Lecce a Città del Libro nell’anno 2017.

Cosimo Durante

Presidente, Fondazione Città del Libro